Crea sito

Come calcolare il ROI nelle campagne di content marketing?

Nel marketing digitale il successo di qualsiasi campagna viene misurato attraverso il ROI, oltre a misurare il coinvolgimento e altri indicatori. Senza dubbio, conoscere i dati e le statistiche delle tue campagne di marketing ti guiderà verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Pertanto, puoi investire nel ROI nelle campagne di content marketing.

Per aumentare il ROI nella tua azienda, è conveniente indirizzare le risorse in maniera adeguata. Il content marketing svolge un ruolo fondamentale nelle strategie digitali ed è molto importante rivolgersi a potenziali clienti idonei.

In altre parole, aumenterai il ROI nelle campagne di content marketing più sei a conoscenza del tuo target. Se conosci le esigenze e gli interessi del tuo pubblico target, puoi utilizzare tali dati per tracciare gli acquirenti. In questo modo, sarai in grado di rilevare le tecniche di marketing dei contenuti che stanno avendo successo e sarai in grado di trovare quelle che dovresti cambiare.

Che cos’è il ROI e come viene calcolato?

Prima di valutare l’importanza del ROI nelle campagne di content marketing, è essenziale sapere che cos’è e come viene calcolato. Il ROI, Return on Investment, è il valore economico derivante da un investimento.

Ad esempio, se avvii una campagna pubblicitaria è essenziale conoscere il risultato nelle vendite. In questo modo, sarai in grado di sapere se le tue azioni generano profitti o perdite economiche. Questa metrica può essere integrata da altre, come il CTR, i Mi piace, le impressions, il numero di commenti, ecc. Tutto ciò sarà utile per misurare il successo della campagna online.

Al fine di massimizzare la redditività delle campagne online, è essenziale sapere come viene calcolato il ROI. La formula è semplice: ROI = (profitto – investimento) x100 / investimento x100.

Quando il risultato è negativo, guarda le azioni che hai intrapreso nella campagna perché stai commettendo un errore. D’altra parte, se è positivo, la campagna sarà redditizia e con possibilità di successo.

Pertanto, tramite il ROI saprai quanto ogni euro investito nella tua campagna ha generato come valore. Tuttavia, perché è così importante conoscere il ROI?

Leggi anche:  Come importare un blog in Altervista.

Importanza del ROI nelle campagne di content marketing

In tutte le campagne conoscere il ROI è la chiave per conoscere l’efficacia e la redditività delle azioni che si stanno realizzando. È di scarsa utilità creare molte campagne online, se non si conosce il ritorno sull’investimento.

Pertanto, l’obiettivo principale di tutte le campagne di marketing è generare vendite. Per farlo, devi sapere se in termini economici le campagne hanno avuto successo o no. Cioè, se hai ottenuto benefici, o al contrario, hai subito perdite.

Il ROI consente di migliorare la pianificazione delle campagne e guidare le azioni verso gli obiettivi desiderati.

Inoltre, il content marketing è una delle strategie digitali che genera un migliore ROI. Si trova al secondo posto dopo la SEO, secondo uno studio di SmartInsights.com e UBM (Technology for Marketing; eCommerce Expo), che ha rivelato le proiezioni Statista.

6 variabili per calcolare il ROI nelle campagne di content marketing

Le azioni di pubblicità online hanno un ROI immediato, mentre il content marketing ha i risultati a medio o lungo termine. Realizzare una strategia di content marketing non è facile. Dovrai conoscere perfettamente il tuo obiettivo per creare contenuti preziosi per loro.

Allo stesso modo, per ottenere un ROI positivo dovrai generare contenuti di qualità che Google valorizzi positivamente. A tal fine, si consiglia di tenere presente che il contenuto stesso è originale e di interesse per i potenziali clienti ma segui anche la struttura e l’estensione appropriate, con parole chiave che posizionano il contenuto, ecc.

Pertanto, in una strategia di content marketing ci sono molti aspetti da considerare per generare un ROI positivo.

1.- Traffico

Il traffico del sito Web è molto importante per ottenere un ROI positivo. Maggiore è il contenuto di qualità generato, maggiori sono le possibilità di ottenere vantaggi. Pertanto, è essenziale che qualsiasi contenuto che ritieni sia pertinente per l’utente. Che si tratti di un post sul blog o del testo di un annuncio social, si consiglia di prestare attenzione al contenuto.

Per calcolare il ROI nelle campagne di marketing dei contenuti, puoi iniziare con un contatore del traffico generato dai tuoi contenuti. Per farlo, disponi di strumenti come Google Analytics, che può calcolare il traffico delle tue campagne di marketing dei contenuti.

Inoltre, puoi fornire un valore economico dal cost per click medio delle principali parole chiave che generano visite al tuo sito web. La creazione di contenuti appropriati e l’applicazione delle misure appropriate alle campagne ti consentiranno di ottenere un ROI migliore.

Leggi anche:  Come migliorare il design del nostro blog in WordPress modificando struttura e layout.

2.- Lead generation

Per misurare una strategia di contenuto In una campagna di content marketing i lead sono molto importanti. Cioè, se i tuoi contenuti sono di qualità e interessano i potenziali clienti, avrai maggiori probabilità di convertirli.

Inoltre, con strumenti come Google Analytics, è possibile stabilire obiettivi per analizzare quali media hanno contribuito alle maggiori opportunità commerciali. In questo modo, è possibile assegnare un valore a ciascuno a seconda dell’investimento effettuato. Pertanto, conoscerai l’efficienza di ogni campagna.

Esistono anche tipi di contenuti che generano più lead, come post di blog, ebook e guide pratiche. È essenziale creare i contenuti appropriati e personalizzati da convertire per i potenziali clienti. In questo modo, se il ROI nelle campagne di content marketing sarà positivo, maggiore sarà il numero di lead che convertiranno.

3.- Il rapporto di conversione

Per una campagna di content marketing, è possibile valutare obiettivi, inclusa la vendita finale. In una canalizzazione di conversione, gli utenti iniziano mostrando interesse per il contenuto della campagna. Quindi sentono il bisogno o il desiderio di ottenere il prodotto o il servizio che offri. Infine, si passa all’acquisto.

In questo modo, in una canalizzazione di conversione il cliente attraversa diverse fasi fino a raggiungere la conversione diretta finale. Pertanto, se il rapporto di conversione è elevato, il ROI sarà positivo e la campagna avrà successo.

4.- Backlink e posizionamento SEO

Uno degli aspetti più importanti nella creazione di contenuti che Google apprezza positivamente, è l’inserimento di link sul tuo sito web. Pertanto, è molto importante aggiungere collegamenti dofollow e nofollow per posizionare organicamente la pagina Web.

Quando gli utenti apprezzano il contenuto che stai generando nella tua campagna, migliorerai in SEO e potrai monetizzare l’attività. Cioè, è possibile acquistare e vendere collegamenti oltre a migliorare i tuoi contenuti con backlink che miglioreranno il ROI nelle campagne di content marketing.

5.- Consapevolezza del brand

Con una campagna di content marketing pianificata strategicamente, il contenuto può avere molto successo tra gli utenti. Data questa situazione, i tuoi contenuti potrebbero ricevere molte visite ed essere condivisi sui social network. Ciò aumenterà la visibilità del brand e il pubblico potrà riconoscerlo, trasformandosi anche in cliente.

Uno dei modi per calcolare il ROI nelle campagne di content marketing è misurare la consapevolezza del marchio. A volte, questa misurazione è più complicata perché ha un aspetto apparentemente immateriale.

Tuttavia, hai la possibilità di quantificare la presenza dei tuoi contenuti nei media e moltiplicarli per le tariffe pubblicitarie di ciascun media.

Leggi anche:  Top List eccellente strumento di formato per raccolte targato Altervista.

Inoltre, sarai in grado di conoscere le metriche dei social network e il numero di volte e profili che hanno condiviso i tuoi contenuti. In questo modo, la consapevolezza del brand è un aspetto rilevante nel ROI di una campagna.

6.- Aumento delle interazioni e della community

In una strategia di marketing dei contenuti è essenziale generare contenuti interattivi, in cui l’utente si senta parte di essi. Questo tipo di contenuto è ideale per i social network, in cui i potenziali clienti possono commentare, mettere mi piace e condividere pubblicazioni.

Il contenuto interattivo genera un maggiore coinvolgimento e un senso di appartenenza a una comunità.

Pertanto, coinvolgi il potenziale cliente nei contenuti e aumenterai il ROI. Per calcolare il ritorno sull’investimento è possibile osservarlo negli strumenti dei diversi social network. Cioè, dovrai identificare il CPC medio e moltiplicarlo per il numero di interazioni generate.

Modi per misurare il ROI

Di seguito troverai alcuni dei migliori metodi per misurare il ROI nelle campagne di content marketing:

  • Definisci i KPI della tua campagna: è molto importante che determini indicatori misurabili per conoscere il rendimento della tua campagna.
  • Misura i risultati: puoi misurare i risultati della tua campagna attraverso strumenti come Google Analytics, HootSuite, Twitter Analytics, ecc.
  • Interpretazione dei risultati e azione: quando si misurano i risultati, è tempo di interpretare i dati e prendere decisioni. Se i KPI della tua campagna sono stati raggiunti, avrai raggiunto il tuo obiettivo. Altrimenti, dovrai considerare di analizzare ciò che non ha funzionato per modificare la tua strategia.

In breve, in tutte le campagne di marketing digitale è essenziale calcolare il ROI per sapere se i tuoi obiettivi vengono raggiunti. Per questo, in una campagna di content marketing è essenziale creare contenuti di qualità. Coobis, la piattaforma di Branded content e influencer marketing, può aiutarti nella tua strategia di contenuti e aumentare la visibilità del tuo brand.

fonte: Coobis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.